La Legge per Tutti Forum

Versione completa: Sospetti sull'amministratore condominiale
Al momento stai visualizzando i contenuti in una versione ridotta. Visualizza la versione completa e formattata.
Molti mesi fa tramite WhatsApp l'amministratore condominiale mi chiese una delega per poter richiedere una planimetria catastale dello stabile che ho in fitto per poter verificare la fattibilità di usufruire del Superbonus 110%. Non volendo farla andai di persona e gli portai la planimetria. Sembrava che la cosa non fosse gradita, infatti dopo un bel po mi richiese di nuovo la delega per la planimetria. Cominciai a insospettirmi e risposi categorica "non faro nessuna delega visto che la planimetria te l'ho già portata quindi non vedo il senso di questa ulteriore richiesta". Tutto tacque per mesi fino ad oggi in cui mi si chiede tramite WhatsApp di consegnare, pure con una certa urgenza, i seguenti documenti: atto di proprietà, visura catastale, copia della planimetria (che tra l'altro dovrebbe avere) e copia del documento d'identità. Io mi chiedo come si permette? Si tratta di documenti molto personali. Mi sembra tutto poco chiaro e sospettoso. Vorrei capire perché e se ne ha davvero diritto?