La Legge per Tutti Forum

Versione completa: Fattura e pagamenti black
Al momento stai visualizzando i contenuti in una versione ridotta. Visualizza la versione completa e formattata.
Buongiorno a tutti,

innanzitutto spero che il post sia nella sezione corretta (altrimenti notificatemelo che lo sposto).
Cercherò di essere il più breve possibile: nel 2018 ho terminato la ristrutturazione di un'abitazione con destinazione d'uso prima casa (iva agevolata 4%). Tutte le varie imprese susseguitesi nei lavoro hanno emesso regolare fattura, ad eccezione dell'elettricista, al quale avevo saldato in fattura 6000 euro di acconti (su un preventivo di 7000 + eventuale 10% di ore in economia, messo e firmato a contratto).
Prima della chiusura dei lavori, avvenuta a fine 2018, ho sollecitato che mi emettesse la fattura di saldo, cosa che nonostante le ripetute sollecitazioni non è avvenuta.
A pochi giorni dalla chiusura mi chiama per dirmi che non l'avrebbe emessa, e che ci saremmo 'messi d'accordo'.
Dopo circa un mese si presenta con un consuntivo di 16200 euro, di cui 5500 ore di economia nessuna delle quali autorizzata o firmata, pretendendo la differenza in contanti (quindi 10200 euro).
Va detto che questa enorme differenza nel preventivo non era stata minimamente accennata durante i lavori.
Io, e qui ammetto il mio tremendo sbaglio, contratto dicendogli che glieli avrei dati 'nel tempo'. Dopo avergliene portati un pò, mi accorgo di notevoli mancanze nei lavori svolti (termostati malfunzionanti, messa a terra mancante e via dicendo). Lo liquido con un pò di insolenze dicendo che il rimanente poteva infilarselo dove non batte il sole. Oggi, a distanza di quasi 3 anni, mi vedo recapitare una fattura con il rimanente da pagare. La mia domanda è: contestazione a parte, devo rivolgermi ad un legale? Cosa rischio se mi reco di persona alla GDF denunciando il tutto? Avrei problemi con le precedenti detrazioni (iva agevolata)?
Grazie mille

Fabrizio