La Legge per Tutti Forum

Versione completa: Procura generale mascherata da rinuncia all'eredità - illegale?
Al momento stai visualizzando i contenuti in una versione ridotta. Visualizza la versione completa e formattata.
Cari avvocati e coloro che vogliono diventare tali,

questa è la seconda volta che mia cugina mi ha passato il documento seguente.
La prima volta ho rinunciato all'eredità di uno zio. Il che, magari, non sarebbe neanche stato necessario.
Questa volta è la nonna comune. Vivevano tutti insieme nella casa in Italia. Io vivo all'estero.
Si diceva vagamente che con altri scritti tutto ciò non fosse possibile e che avrebbe causato solo problemi.
A me, da profano assoluto, il documento sembra una dichiarazione di incapacità/interdizione. Qualcuno di voi può classificarlo?
Mia madre ha già firmato una volta un documento del genere dal notaio. Un tale testo non è contrario al buon senso, cioè illecito?
Grazie per le vostre valutazioni!

Il testo:

----------------------------------------------

PROCURA GENERALE

R E P U B B L I C A I T A L I A N A
L'anno duemila<DATA>, il giorno ……………del mese di............................

In <PAESE>, in via <INDIR>, ove richiesto.

Innanzi a me, Notaio <NOME DEL NOTAIO>, sede d‘ufficio a <PAESE>, è presente il signor <MIO NOME>, nato a <PAESE> il giorno
<DATA N>, residente a <PAESE>,in <INDIR>, codice fiscale in <PAESE> Nr.<NRCODICE>.
Il Comparente della cui identità personale io Notaio <NOME DEL NOTAIO> sono certo, con il presente atto nomina e costituisce suoi

PROCURATORI GENERALI
i signori:

- <NOME DI MIO ZIO>, nato a <PAESE> il giorno <DATA N>, codice fiscale <NRCODICE>.

- <NOME DELLA CUGINA, SUA FIGLIA>, nata a <PAESE> il giorno <DATA N>, codice fiscale <NRCODICE>.

perché, con firma disgiunta, in nome, vece ed interesse della sottoscritta mandante,
- amministrino tutti i beni da essa costituente posseduti o da possedere, limitatamente ai beni mobili e o immobili presenti nel territorio dello Stato Italiano, e ne dispongano come se fossero essi procuratori i proprietari, e così:

- acquistino, vendano, permutino mobili ed immobili, ne convengano il prezzo e lo esigano, ovvero accordino termini per il pagamento e rinuncino all'ipoteca legale competente alla parte venditrice, cedano crediti, azioni e diritti anche ereditari, ne acquistino e ne ricevano in pagamento, paghino debiti accertati;
- esigano somme a qualsiasi titolo dovute sia da privati che da corpi morali, pubblici stabilimenti e dalle Finanze Nazionali ed Estere e ne rilascino quietanza;
- acconsentano alla costituzione, surroga, postergazione, cancellazione o restrizione di ipoteche anche senza o con riscossione parziale ed in via transattiva del credito e rinuncino a quelle legali;
-affranchino censi, rendite perpetue e vitalizie e le costituiscano;
- stipulino e risolvano locazioni per qualunque tempo; la rappresentino negli inventari, negli incanti giudiziali e negli appalti; stabiliscano servitù e rinuncino a quelle esistenti; facciano o ricevano delegazioni di censo, ratifiche, riscatti, contraggano mutui, assumano obbligazioni, sottoscrivano cambiali ed altri effetti commerciali, li avallino, ne facciano la girata, li accettino o li protestino;
- facciano operazioni bancarie presso qualunque Istituto di Credito, aprano cassette di sicurezza;
- si costituiscano in Società e la rappresentino ivi anche in sede di liquidazione, ricevendo in conto azioni eventuali assegnazioni di beni mobili ed immobili;
- rinnovino o rescindano contratti in corso;
- transigano, nominino arbitri anche come amichevoli compositori; - nominino e revochino avvocati, procuratori e periti;
- eleggano domicilii; si costituiscano fidejussori solidali o sussidiari;
- facciano ricorsi e la rappresentino avanti a qualunque Autorità; - la rappresentino in giudizio in ogni grado di giurisdizione e con tutte le facoltà del mandato generale alle liti, la rappresentino nei fallimenti;
- deferiscano ed accettino giuramenti anche decisori;
- promuovano pignoramenti e sequestri a mano di debitori e di terzi, ne curino la revoca, curino altresì l'esecuzione dei giudicati;
- accettino eredità con o senza beneficio di inventario, le ripudino se onerose, ne facciano la denuncia; procedano a divisioni, revisioni di conti, liquidazioni ed atti conservativi; - la rappresentino nei comizi e consorzi;
- alienino le rendite sullo Stato; facciano qualunque altra operazione sui titoli del debito pubblico, dei Corpi Morali e delle società;
- ritirino da qualsiasi Ufficio effetti raccomandati o assicurati, vaglia e pacchi postali, buoni del Tesoro, assegni sulle Banche e su qualsiasi Tesoreria o Cassa; sostituiscano a sé procuratori con simili o più limitati poteri.

Facciano, insomma, anche se qui non specificato, con la suddetta limitazione ai soli beni presenti nel territorio dello Stato Italiano, tutto quanto potrebbe fare lo stesso signor
<MIO NOME> se fosse presente, con promessa fin d'ora di rato e valido.

Di quest'atto, in parte scritto di mio pugno e in parte dattiloscritto da persona di mia fiducia, ho dato lettura al Comparente che lo approva e lo sottoscrive con me Notaio. Consta di un foglio di cui si occupano due facciate intere.

Sottoscritto alle ore ………………del giorno .............................................

Firma: Notaio …………………………………………………………

: <MIO NOME> ………………………………………………………

: Testimone …………………………………………………………