La Legge per Tutti Forum

Versione completa: Diagnostica - Risarcimento danni dopo incidente stradale
Al momento stai visualizzando i contenuti in una versione ridotta. Visualizza la versione completa e formattata.
Gentilissimi avvocati,

Sono stato investito durante l'attività motoria (ero solito correre la mattina) sulle strisce pedonali mentre il conducente usciva dalla sua proprietà ha fatto una curva senza rallentare/guardare e mi ha preso con il lato/specchietto laterale.

Il tizio si è fermato, mi ha soccorso.
Ho chiamato io stesso l'ambulanza, perché ero cosciente.

Durante l'arrivo dell'ambulanza, siccome l'incrocio era pericoloso, non mi sembrava opportuno rimanere li per terra.
Quindi il tizio mi ha aiutato e mi sono seduto sul bordo/marciapiede

I soccorritori mi han chiesto dove sentivo dolori, avevo visibilmente solo il pollice rotto.
Sentivo dolore principalmente li, sulla gamba, braccio e mano sinistra.

Al momento avevo risposto cosi.

La diagnostica all'ospedale si è basata principalmente da ciò che avevo raccontato io al soccorritore.

Non mi hanno fatto un check-up completo.

Durante l'attesa in ospedale avevo iniziato a sentire dolori alla mascella e ho raccontato al PS questa cosa(l'unica persona che era li nel corridoio)

Ero sulla sedia a rotelle e non e che potessi io alzarmi per andare ovunque a chiedere ulteriori esami.
Per via del covid, non potevano entrare parenti inoltre gli oss e l'infermieri erano in pochi tra i corridoi e non rispondevano alle mie richieste.
Ero confuso e sotto shock.

La persona a cui ho raccontato del dolore alla mascella mi disse di stare tranquillo che probabilmente era solo un dolore temporaneo, per la botta.

Ho anche fatto presente al radiologo di questa cosa.

Siccome in ambulanza io ho detto di non aver sbattuto la testa per terra o sulla macchina e probabilmente il foglio all'ingresso era già stato compilato, non si sono presi "il fastidio" di farmi qualche esame in più(esempio una tac alla testa)

Io quindi ho lasciato stare pensando di fare successivamente diagnostica attraverso il medico di famiglia
Purtroppo non sono preparato sulle tempistiche per la diagnostica per i risarcimento danni e onestamente non ho pensato a quanto sia precisa e chiusa la legge.

I miei hanno chiamato il nostro avvocato che subito si è attivato per fare la pratica.

Nel referto della dimissione dell'ospedale non ho nulla a riguardo la mascella.

Ho aspettato i giorni di prognosi e nel frattempo il fastidio alla mascella stava peggiorando.
I medici purtroppo da me in questo periodo non sono responsivi.

In ospedale mi dissero che non potevo tornare per fare il ricontrollo alla mano, ma che mi sarei dovuto rivolgere al medico di famiglia per farmi togliere la stecca e inoltre valutare se fare altri esami.

Quindi 15 giorni dopo l'incidente ho detto al medico di famiglia di avere questo fastidio alla mascella e lui mi ha prescritto una ricetta con motivazione "trauma post incidente stradale"

Le tempistiche per la diagnosi si sono allungate purtroppo e i risultati della tac e dei raggi li ho avuti 60 giorni dopo l'incidente.

Nel frattempo avevo ottenuto un estensione della prognosi per la mano da uno specialista che si sta occupando della documentazione per la pratica e ora mi è rimasta da fare la fisioterapia.

Porto tutta la documentazione all'avvocato e mi dice che non posso assolutamente includere nella pratica la diagnostica alla mascella perché troppo in ritardo, secondo lui e inoltre non può essere dimostrato che quel trauma sia collegato direttamente all'accaduto.

Mi sconsiglia di fare causa all'ospedale ne tanto meno di provare ad includere questa diagnosi nella pratica.

Perché il giudice potrebbe indispettirsi e pensare che io stia abusando del risarcimento "solo per avere più soldi" per un trauma che non è collegato all'accaduto.

OK, capisco il punto di vista.
E' anche vero però che ho riscontrato un problema alla mascella, causato secondo i dottori da un possibile trauma e non da altro.

Io dunque non potrò ricevere nessun risarcimento dalla agenzia assicurativa riguardo le spese della diagnostica e possibili terapie/intervento chirurgico.

Non posso risolvere in nessuna maniera?

Il risarcimento danni per la mano sicuramente va in porto, perché è perfettamente documentata e inoltre è presente nella dimissione dell'ospedale.

Vorrei sapere in cosa ho sbagliato io e come muovermi o consigliare ad un amico/caro se subisce un incidente, come rivolgersi quando si va in ospedale per evitare una diagnostica errata o mancante.
-----