La Legge per Tutti Forum

Versione completa: La Giornata in memoria delle vittime degli infortuni sul lavoro
Al momento stai visualizzando i contenuti in una versione ridotta. Visualizza la versione completa e formattata.
Lo scorso 9 ottobre è stata la Giornata in memoria delle vittime degli infortuni sul lavoro. Nata nel 1951, la Giornata è stata istituzionalizzata, come ricorrenza, con direttiva del Presidente del Consiglio dei ministri del 24 aprile 1998 e poi del 7 marzo 2003. Nel corso degli anni è diventata un momento di incontro e un'occasione di riflessione sul tema degli infortuni sul lavoro e sulle misure da adottare per prevenirli.
"Prevenzione e attenzione alle vittime"-ha affermato il Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, in un messaggio scritto, in occasione della Giornata, con cui ha richiamato l'attenzione sull'opportunità di un momento di riflessione sul tema degli infortuni-"troppo numerosi sono i casi di aziende che risultano non in linea con gli standard di sicurezza, ed è inconcepibile che tra le vittime di infortunio sul lavoro vi siano ragazzi giovanissimi. Il lavoro irregolare deve essere contrastato in tutti i modi, la legislazione è puntuale, sta a tutti gli interlocutori attuarla e rispettarla". Preceduta da uno spot televisivo di 30 secondi, trasmesso sulle reti Rai, La 7 e in 187 schermi di 93 autogrill e in molte emittenti locali, la manifestazione è stata accompagnata dallo slogan "Cambiamo la storia. Investiamo in sicurezza. Diamo valore alla vita". Nello spot, in forma di cartone animato, il tema degli infortuni sul lavoro è stato raccontato nei vari periodi storici. Contraddistinto da uno stile semplice ed immediato, il video è stato realizzato, in forma di cartone, per essere maggiormente fruibile da tutta la platea televisiva. Nata da un'idea di Marco Campli ed Enrico Parenti, la campagna ha una grafica firmata da Igor Cicconcelli e dal Laboratorio delle idee, la voce fuori campo è dell'attrice Laura Torresin. La canzone che ha accompagnato la clip, "I'll be a friend with pleasure", arrangiata, per l'Anmil, dalla Bige age band, è interpretata dal trombettista jazz Bix Beiderbecke.