La Legge per Tutti Forum

Versione completa: Bonus 110% e detrazioni in caso di vendita
Al momento stai visualizzando i contenuti in una versione ridotta. Visualizza la versione completa e formattata.
A dicembre 2019 ho stipulato un compromesso per la vendita della mia casa. Nella compromesso regolarmente registrato è indicato che tutte le spese straordinarie rimangono in capo a me.
A settembre 2020 sono state deliberate opere di lavori straordinari di ristrutturazione (cappotto termico - bonus 110%).
Ipotizziamo che ad aprile 2021 io salderò all'amministratore tramite bonifico l’intero importo deliberato a mio carico e quindi l’amministratore mi rilascerà un certificato attestante le spese pagate per i suddetti lavori così come calcolate in base alle spese straordinarie deliberate e ai millesimi previsti.
A maggio 2021 farò il rogito in cui verrà indicato che le detrazioni seguiranno il sottoscritto. Però per quella data non saranno ancora iniziati i lavori e l'amministratore non avrà ancora versato alcuna rata all'impresa edile e tali spese non saranno dunque ancora fatturate.
Le mie domanda sono:
1. Nel 730 che farò nel 2022, posso portare in detrazione le spese sostenute e pagate ad aprile 2021 anche se antecedenti l’emissione della fattura che avverrà a fine lavori quando non sarò più proprietario dell’immobile?
2. Per effettuare tale detrazione è dunque sufficiente solo la certificazione dell’amministratore che attesti il pagamento d me effettuato?
3. Le rate da me corrisposte dovranno essere versate all'impresa entro la data del rogito per usufruire delle detrazioni?
4. Siccome i pagamenti fatti dall’amministratore alla ditta verranno fatti in rate successive, queste dovranno essere versare tutte entro il 31/12/2021 dall'amministratore per poter usufruire delle detrazioni?
5. Nel caso in cui l'amministratore versi una parte dei lavori all'impresa nel 2022, le detrazioni potranno ancora seguirmi?

Grazie mille dei chiarimenti!

Saluti