La Legge per Tutti Forum

Versione completa: Danni per rottura tubo bagno
Al momento stai visualizzando i contenuti in una versione ridotta. Visualizza la versione completa e formattata.
Salve, vi sottopongo quanto accadutomi e faccio alcune domande.
Vivo in provincia di Milano e ieri sera tornato a casa e mentre mi accingevo a scaricare in bagno, usando la classica maniglia, quest'ultima mi è rimasta in letteralmente in mano a causa della rottura del tubo che va dal passo rapido al tubo di scarico condominiale. Una quantità d'acqua immensa si è riversata in poco tempo nel mio appartamento, per la scale condominiali e nella cabina ascensore (prontamente isolata con il distacco della corrente).
Io sono al 3° piano e l'acqua ha fatto danni, oltre che a casa mia, anche ai due condomini che si trovano al piano inferiore. Al 1° piano non ci sono stati danni.
Subito l'idraulico è intervenuto rimettendo la a posto le cose per quel che riguardava la fuoriuscita d'acqua.
Nel mio appartamento l'acqua, purtroppo ha invaso tutte le stanze e presumibilmente danneggiato molti mobili (anche se l'effetto non si vedrà subito).
Inoltre nella fase di riparazione il tecnico ha rilevato delle stranezze a livello tecnico legate alle tubazioni come se i lavori alle tubature (il bagno era stato ristrutturato quando abbiamo comprato l'appartamento) fossero stati fatti da mani poco esperte (forse dal vecchio proprietario).
Noi abbiamo comperato l'appartamento nel luglio 2011 e la ristrutturazione risaliva all'incirca a 6 anni prima quindi circa 2005. Non abbiamo una assicurazione personale sulla casa.
Le domande sono:
1) L'assicurazione condominiale pagherà i danni ai condomini terzi?
2) I danni alle porte e ai mobili del nostro appartamento sono sempre coperti dall'assicurazione condominiale?
3) Dato che si ipotizza che i lavori di ristrutturazione del bagno possano essere stati fatti direttamente da vecchio proprietario (ossia da una persona non qualificata), potremmo rivalerci su di lui anche se sono passati tanti anni (circa 15)? Altrimenti potremmo cmq pretendere di sapere chi aveva fatto i lavori all'epoca o non servirebbe a nulla?
4) Infine come è possibile quantificare i danni al mobilio dato che gli effetti si vedranno con il passare del tempo?
Ringrazio anticipatamente tutti coloro che invieranno delle risposte.
ciao, ti rispondo ma non da "addetto ai lavori"

quindi posso solo darti consigli:

1) chiedi all'amministratore e fatti dare copia dell'assicurazione in modo da leggerla tu direttamente; comunque credo di si ma sinceramente non lo so : chi è ai piani alti puo' fare, involontariamente danni ai piani più bassi, il contrario ovviamente è impossibile (visto che l'acqua segue la forza di gravità): mi verrebbe pure da ipotizzare che, considerato questo, che vive ai piani superiori paghi di più come assicurazione (credo sia lo stesso con gli ascensori) ma è solo una supposizione; ad ogni modo un'assicurazione dovrebbe pagare i danni recati a terzi, vivendo in un condominio; a meno che non sia un'assicurazione "basica".
2) non lo so, bisogna vedere che dice l'assicurazione
3) credo non serva a nulla; se un'impresa deve rispondere delle tubature per credo 10 anni, dubito che cii si possa rivalere su un privato dopo 15 anni; senza considerare che si tratta di supposizioni e non certezze e che forse si è rotto per degrado o usura
4) credo che i danni al mobilio vengano stimati subito e se rimborso ci sarà; sarà frutto di una stima se non un forfait.

come vedi non posso esserti d'aiuto più di tanto: ad ogni modo segui l'iter amministratore/assicurazione e vedi quel che puoi ottenere