La Legge per Tutti Forum

Versione completa: Accettazione tacita d'eredità: Ratei maturati e non riscossi
Al momento stai visualizzando i contenuti in una versione ridotta. Visualizza la versione completa e formattata.
Buongiorno,
vorrei chiedere un vostro giudizio riguardo a una situazione abbastanza critica.
Ho chiesto al patronato la pensione di reversibilità espressamente dichiarando di non voler accettare l'eredità, il funzionario mi ha fatto procedere con la richiesta dei ratei maturati e non riscossi e della pensione di reversibilità.
Ho fatto richiesta anche per i miei due figli maggiorenni, non mi è stata richiesta la loro firma nè la delega. Avevo IBAN e i dati necessari.
Ho successivamente scoperto che la prima richiesta comportasse accettazione tacita dell'eredità e ho prontamente bloccato la pratica prima che essi fossero liquidati, o che la pratica fosse accettata.

Ora le mie domande sono due:

-I miei figli non hanno mai voluto accettare l'eredità e non si sono mai presentati in patronato. La richiesta del loro pagamento è stata fatta da me. Rischiano qualcosa, non essendo presente la loro firma nei documenti caricati sul sito dell'inps?
-Avendo prontamente annullato la pratica, ciò esclude un'accettazione tacita di eredità?

Grazie per l'aiuto.
Egregio signore,
occorre innanzitutto che qualcuno che abbia interesse a dimostrare una vostra accettazione di eredità, abbia le prove di qualche vostro atto che implichi accettazione tacita.
Per quanto riguarda i suoi figli se non esiste una loro delega è arduo affermare che vi sia stata una loro iniziativa qualificabile come accettazione tacita