La Legge per Tutti Forum

Versione completa: Lancio oggetti pericolosi ecc
Al momento stai visualizzando i contenuti in una versione ridotta. Visualizza la versione completa e formattata.
Buonasera, Mi sono appena iscritto perché ho una perplessità. Veramente più di una, e quindi le espongo.

Sono venuto ad abitare come proprietario della mia unità immobiliare in un palazzo di 5 unità. Non è condominio costituito quindi. Da quando sono venuto ho subito una serie di soprusi ed intimidazioni che sono una roba da psicopatici veri.

Avevo rimosso la cassetta della pubblicità esterna perché la società del gas doveva installare un tubo esterno e quindi l’ho riposto nell’androne del palazzo per modificarlo e rimetterlo a posto. Un mio vicino l’ha gettato.

Siccome abito ad un piano basso e sotto c’è un giardino e molte zanzare mi è capitato spesso di vedere contenitori pieni anche di acqua stagnante con tanto di larve, che ho rovesciato nel terreno per bloccare la proliferazione, qualcuno, immagino il proprietario, mi ha di tutta risposta gettato un secchio d’acqua nella cantina che ha la porta bucherellata danneggiandomi gli oggetti elettronici all’interno. Questo durante l’estate e non pioveva da giorni, forse mesi. Cosa che presumibilmente si è ripetuta più volte, approfittando delle piogge, ma ho controllato il tetto e il perimetro. Non scorre internamente.

Mi sono trovato una palla di pelo e polvere fuori alla porta.

Ho trovato i volantini dei supermercati ammassati e schiacciati nella cassetta della mia posta, come per dispetto.

Mi si rovescia cenere, peli di cane, molliche di pane, vario ciarpame da scuotimento tappeti dai balconi superiori al mio.

Trovo spesso mozziconi di sigaretta nel giardino di 2 marche precise. E so chi le fuma.

Tutti gli indizi fanno evidentemente capo ad una sola persona.

Vorrei effettuare una diffida formale, perché costui è stato avvisato sia con un avviso apposto in bacheca del palazzo, con molta cortesia e senza citare alcuna persona, sia di persona quando ho avuto la possibilità. Ma d’altra parte non ho evidenza di dove possano partire queste “marachelle”. Mi sono fatto furbo usando alcuni accorgimenti: ad esempio quando mi hanno rovesciato i peli sul balcone sono salito negli altri appartamenti per andare a chiedere e non c’era nessuno. Ed anche se questo ha negato di averlo fatto, evidentemente i problemi vengono da la. Ma non posso provarlo. Ho solo qualche foto di questi oggetti lanciati e scortesie, perché poi li mando agli altri condomini per chiedere se sapessero qualcosa e non sanno mai nulla ed io gli credo perché credo di sapere che non sono loro anche perché ci ho legato rapporto.

Che cosa posso fare? Vorrei coglierlo sul fatto, posso mai appostarmi con il cellulare e filmarlo? Queste evidenze bastano per una diffida formale? Che mi consigliate? Grazie mille
Per tutelarsi può effettuare riprese video e fotografie, purché non violi la privacy domestica altrui.
Potrebbero ricorrere gli estremi dello stalking condominiale e del getto pericolo di cose, entrambi reati. In via civile, si può agire per chiedere la cessazione della molestia e il risarcimento dei danni.

(24-05-2020, 17:33)Efranck99 Ha scritto: [ -> ]Buonasera, Mi sono appena iscritto perché ho una perplessità. Veramente più di una, e quindi le espongo.

Sono venuto ad abitare come proprietario della mia unità immobiliare in un palazzo di 5 unità. Non è condominio costituito quindi. Da quando sono venuto ho subito una serie di soprusi ed intimidazioni che sono una roba da psicopatici veri.

Avevo rimosso la cassetta della pubblicità esterna perché la società del gas doveva installare un tubo esterno e quindi l’ho riposto nell’androne del palazzo per modificarlo e rimetterlo a posto. Un mio vicino l’ha gettato.

Siccome abito ad un piano basso e sotto c’è un giardino e molte zanzare mi è capitato spesso di vedere contenitori pieni anche di acqua stagnante con tanto di larve, che ho rovesciato nel terreno per bloccare la proliferazione, qualcuno, immagino il proprietario, mi ha di tutta risposta gettato un secchio d’acqua nella cantina che ha la porta bucherellata danneggiandomi gli oggetti elettronici all’interno. Questo durante l’estate e non pioveva da giorni, forse mesi. Cosa che presumibilmente si è ripetuta più volte, approfittando delle piogge, ma ho controllato il tetto e il perimetro. Non scorre internamente.

Mi sono trovato una palla di pelo e polvere fuori alla porta.

Ho trovato i volantini dei supermercati ammassati e schiacciati nella cassetta della mia posta, come per dispetto.

Mi si rovescia cenere, peli di cane, molliche di pane, vario ciarpame da scuotimento tappeti dai balconi superiori al mio.

Trovo spesso mozziconi di sigaretta nel giardino di 2 marche precise. E so chi le fuma.

Tutti gli indizi fanno evidentemente capo ad una sola persona.

Vorrei effettuare una diffida formale, perché costui è stato avvisato sia con un avviso apposto in bacheca del palazzo, con molta cortesia e senza citare alcuna persona, sia di persona quando ho avuto la possibilità. Ma d’altra parte non ho evidenza di dove possano partire queste “marachelle”. Mi sono fatto furbo usando alcuni accorgimenti: ad esempio quando mi hanno rovesciato i peli sul balcone sono salito negli altri appartamenti per andare a chiedere e non c’era nessuno. Ed anche se questo ha negato di averlo fatto, evidentemente i problemi vengono da la. Ma non posso provarlo. Ho solo qualche foto di questi oggetti lanciati e scortesie, perché poi li mando agli altri condomini per chiedere se sapessero qualcosa e non sanno mai nulla ed io gli credo perché credo di sapere che non sono loro anche perché ci ho legato rapporto.

Che cosa posso fare? Vorrei coglierlo sul fatto, posso mai appostarmi con il cellulare e filmarlo? Queste evidenze bastano per una diffida formale? Che mi consigliate? Grazie mille
(10-06-2020, 23:57)Avv. Mariano Acquaviva Ha scritto: [ -> ]Per tutelarsi può effettuare riprese video e fotografie, purché non violi la privacy domestica altrui.
Potrebbero ricorrere gli estremi dello stalking condominiale e del getto pericolo di cose, entrambi reati. In via civile, si può agire per chiedere la cessazione della molestia e il risarcimento dei danni.

Anche i rumori frequenti, da anni a questa parte, possono rientrare nello stalking condominiale?

Gli incivili dell'appartamento sopra al mio, tali D'Aquino - Casano, producono frequenti rumori come di mobili spostati, colpi sul pavimento o passi pesanti, e scendono le scale facendo un rumore tale che sembra il crollo del condominio.

Sono stato in Questura a Vercelli più volte per il comportamento degl incivili del condominio, ma mi è stato detto che posso solo presentare un esposto al Questore.
Il comportamento molesto sistematico e continuo però è un vero e proprio reato, possibile che non ci sia modo di fermare gli incivili?
Anche i rumori molesti possono costituire stalking condominiale se finalizzati ad arrecare sistematicamente disturbo. Se i rumori sono uditi da più famiglie, si può procedere anche per il reato di disturbo alla quiete. E' possibile sporgere denuncia, oppure sollecitare il questore affinché provveda con un ammonimento.