La Legge per Tutti Forum

Versione completa: RUMORI MOLESTI
Al momento stai visualizzando i contenuti in una versione ridotta. Visualizza la versione completa e formattata.
Buongiorno a tutti,
Mi appello a questo Forum per un problema che da tempo affligge la mia famiglia. Abitiamo in un appartamento al piano terra in una casa quadrifamiliare edificata negli anni 60 in cui non sono presenti ne regole condominiali ne amministratore. La mia zona notte è sotto la zona giorno dell'appartamento sopra il mio, soprattutto in settimana, la sera (dalle 18.00 fino alle 23.30/00.00) il vicino al piano superiore ci 'intrattiene' con musica e tv ad alto volume, discussioni con amici a voce alta o con attività sessuali e relativi rumori... abbiamo già provato a parlare con questa persona, ma dopo un mese, un po alla volta rinizia a fare quello che vuole.. Mia figlia di 3 anni e mezzo a volte non riesce a dormire per il rumore causato da questo individuo e la cosa non piace per niente perchè ho paura per la sua salute.
Vorrei sapere se ci sono comunque degli obblighi di 'orari del silenzio' anche in casa sprovviste di regolamento condominiale o a quale ente rivolgermi per avere informazioni in merito.

Grazie mille
Anzitutto ti informo che non sono un legale, rispondo in base all'esperienza che ho masticato e al buon senso.
Se il vicino mostra di voler collaborare e non ti ha mandato subito al diavolo, è già un punto di partenza. Almeno non è un maleducato menefreghista.
Legalmente parlando, i rumori molesti possono essere dimostrati solo con un'ispezione dell'ASL che, dietro pagamento, piazza dei microfoni in casa tua e decide se la rumorosità del vicino può essere considerata molesta o no, anche in relazione agli orari. Se poi proprio quella sera il vicino decide di starsene buono, o se i rumori sono considerati tollerabili... non hai altra scelta che pagare e stare zitto, o richiamare l'ASL sperando in un esito diverso.
In presenza di conclamata rumorosità, puoi chiamare i Carabinieri i quali non è detto che si degnino di intervenire per una cosa simile, ma se hanno in giro una pattuglia a zonzo senza nessuna urgenza in corso, possono arrivare, constatare la situazione e degnarsi di dire due parole al vicino- Ma non più di un ammonimento bonario. Magari quello. viste le divise o peggio ancora disturbato durante la sua attività sessuale, potrebbe decidere di moderarsi.
Con l'esito dell'ASL e/o la testimonianza dei carabinieri, puoi minacciarlo (tramite avvocato) di andare in causa. Questo dovrebbe convincerlo a moderarsi. Se non lo fa, la strada è quella del tribunale. Lunga, costosa e senza esito certo.
Comunque ricorrere alla legge non è mai un buon viatico per mantenere buoni rapporti. Siccome abbiamo visto che non è un menefreghista, la cosa migliore è sensibilizzarlo sul problema ancora e ancora. Repetita iuvant. Guastare i rapporti personali può solo peggiorare la situazione, nel breve - medio periodo.
Salve avvocato Mi chiamo Andrea e abito con mia compagna e mia figlia di 4 anni in un condominio di 2 piani .Noi stiamo al primo piano .
Gli inquilini di sotto mi hanno mandato gia due lettere dall' avvocato di rumori molesti fatti a tutte le ore .
Si dal caso che noi rispettiamo i limiti di orario delegati dal nostro comune; negli altri orari facciamo rumori normali ...di una bambina che gioca ,il suono di un pianoforte ma solo fino alle 20,
e poi abbastanza piano .Avvolte abbiamo i tacchi , scarpe di cuoio, ma tutti oggetti che fanno rumore negli orari permessi .
I nostri inquilini ci intimano di smetterla di fare questo tipo di rumori a tutte le ore.
Hanno ragione?
Grazie Andrea.