La Legge per Tutti Forum

Versione completa: Legge 445/200 Autocertificazione Covid-19
Al momento stai visualizzando i contenuti in una versione ridotta. Visualizza la versione completa e formattata.
Buongiorno, la famosa autocertificazione viene rilasciata ai sensi degli arrtt. 46 e 47 della L. 445/2000. Nel primo (art. 46 c. 1) viene dettato un elenco di dichiarazioni che è possibile rilasciare. In detto elenco non rientrano (a mio avviso) ciò che si dichiara circa i motivi dello spostamento, l'essere o non essere affetto o avere sintomi, quarantena ecc... che quindi, stando a quanto previsto dal c. 3 dell'art. 47 (ovvero la facoltà di dichiarare quanto altro non presente nell'elenco del c. 1 art. 46) farebbero, sempre a mio avviso, configurare l'autocertificazione come una autocertificazione sostitutiva di atto di notorietà, per l'appunto art. 47. Ora l'art. 38 c. 3 della stessa impone che a tali dichiarazioni (quelle di cui all'art. 47) debba essere allegata copia fotostatica del documento di identità (non dice che il pubblico ufficiale debba semplicemente verificare l'identità) ma impone l'obbligo di allegare la copia del documento alla dichiarazione. Se fosse così e non avendo con se copia fotostatica del doc si può richiedere (per quanto assurdo) ed ottenere di essere accompagnati in ufficio al fine di ottemperare a quanto previsto dalla normativa (sempre secondo la mia analisi ammesso sia corretta) pena invalidare l'autodichiarazione stessa? Grazie in anticipo.