La Legge per Tutti Forum

Versione completa: Consulente del lavoro infedele
Al momento stai visualizzando i contenuti in una versione ridotta. Visualizza la versione completa e formattata.
Buonasera a tutti ,
Ho una ditta individuale dal 2010 , ho sempre avuto lo stesso consulente del lavoro . Nel 2017 quando mi arrivano i cud dei miei dipendenti fra questi c'è ne uno che non conosco. Mi reco allarmato dal consulente che mi risponde che ci è stato un errore nell'invio dei cud. Premetto che la mia è una ditta che si occupa di impermeabilizzazioni e il dipendente in questione è una donna tra l'altro di una certa età che risulta assunta da 01 09 2015 al 01 03 2016 . Tra l'altro la mia sede ammiistrativa è sita presso la mia abitazione e non ho uno spazio ufficio in quanto ciò che riguarda l'amministrazione lo gestisco da me . Sta di fatto che circa 10 giorni fa mi arriva una comunicazione tramite pec dell'inps dove mi chiede di contattarli riguardo questa dipendente esattamente in oggetto : Contributo dovuto per i licenziamenti dei dipendenti a tempo indeterminato ai sensi dell’art. 2,
comma 31, della Legge n. 92/2012, così come modificato dalla Legge n. 228/2012 - Richiesta di elementi
informativi e documentali.
Ovviamente in questi giorni l'ufficiale Inps da contattare è irreperibile e ho inviato una mail.
Sospetto che il consulente abbia effettuato un abuso d'ufficio assumendo questa persona a mia insaputa per tanto prima di giungere a conclusioni affrettate mi recherò presso la sede inps per effettuare un controllo fiscale. Eventualmente ci dovesse essere questa assunzione illegittima come potrei procedere?
Vi ringrazio anticipatamente .
Innanzitutto chiarisci con L'INPS e se verifichi indagando che potrebbe esserci stato un abuso scrivi una pec al Collegio o ordine di appartenenza di questo consulente. Auguri. Luigia