La Legge per Tutti Forum

Versione completa: Convivenza difficile
Al momento stai visualizzando i contenuti in una versione ridotta. Visualizza la versione completa e formattata.
Un amico è andato a convivere con una "donna" prendendo in affitto un appartamento, intestato a lui.
Purtroppo la convivenza non è andata bene, sinceramente non era un granché nemmeno prima di iniziare, comunque lei aveva un "lavoro" saltuario tipo dimostrazione di prodotti nei negozi ora, non lavora proprio e anzi non va nemmeno in cerca, però spende i soldi del mio amico.
Lei ha sempre detto che aveva un sacco di debiti (a distanza di un anno non si sa di che tipo), la residenza non è nel luogo dove convive con l'amico (anche questa non pervenuta) e il mio amico non ce la fa più, ha dato disdetta del contratto d'affitto e ha più volte detto alla "signora" di iniziare a fare le scatole ed organizzarsi per andar via, ma questa sembra non aver percepito il messaggio o forse non gliene frega niente.

A fine del contratto il mio amico può andarsene senza problemi con le sue cose e lasciare lei al suo destino, oppure, lei non avendo un lavoro, può avere qualche diritto o creare qualche problema al mio amico che si sta già muovendo alla ricerca di un nuovo e più piccolo appartamento?
Leggevo i alcuni articoli l'intimazione da inviare al "convivente difficile", vale come intimazione la fine del contratto d'affitto o bisogna farlo proprio a livello legale?

grazie