La Legge per Tutti Forum

Versione completa: Creditore insoddisfatto
Al momento stai visualizzando i contenuti in una versione ridotta. Visualizza la versione completa e formattata.
Salve, mi sono iscritto oggi, con immenso piacere.
Chiedo, per favore, un consiglio e/o consulenza: Prima personalmente e dopo con l'appoggio di un legale, ho presentato istanza al Giudice territoriale per la revoca dell'amministratore condominiale. Lo stesso, per giusta causa è stato revocato e condannato alle spese processuali.
Non c'è stato verso di recuperare la somma in quanto quest'ultimo ha pensato bene di chiudere il conto corrente personale il giorno dopo la notifica della condanna, e da una ricerca telematica, a suo nome, non risulta possedere più nulla. L'avvocato che mi ha difeso dice che arriverà il momento che dovrà esporsi e alla prima mossa falsa potrò richiedere i miei diritti.
Non so se risponde a verità ma si dice in giro che l'amministratore non possiede beni immobili, sono tutti intestati ai suoi familiari, le automobili sicuro (emerso da mia ricerca aci).
Per intanto ho anticipato il tutto di tasca mia e chiaramente mi preme recuperare la somma.
Chiedo: Ci sono altre vie per arrivare alla risoluzione della pendenza? Come mai il soggetto in argomento riesce a mandare avanti un'azienda da lavoratore autonomo, tra l'altro fiorente, senza che si possano tracciare i suoi incassi per intervenire con un pignoramento presso terzi? Come posso muovermi? Francamente nutro parecchi dubbi se non sull'onestà, sulla quale ci giuro, ma sulla competenza del legale che mi ha rappresentato...

Grazie infinite.

Maurizio Rienzi