La Legge per Tutti Forum

Versione completa: Controllo Carabinieri in locale pubblico
Al momento stai visualizzando i contenuti in una versione ridotta. Visualizza la versione completa e formattata.
Salve a tutti, quest'oggi nel bar dove lavora la mia compagna, i Carabinieri hanno fatto un controllo "di rito", quel tipo di controllo dove chiedono un timbro dell'azienda ed un documento al titolare (almeno così hanno fatto nei locali che gestivo). Quest'oggi invece hanno chiesto il documento solo alla mia compagna, cosa che realmente non desterebbe sospetto, se non che il militare che effettuava il controllo in passato ha messaggiato sui social alla suddetta e in più occasioni l'aveva invitata ad uscire. Nessun problema da parte mia, non posso essere geloso ed avere la morosa barista, lei ha sempre rifiutato fino ad arrivare a bloccare sui social la persona, fin qui tutto bene, a distanza di un paio di mesi si presenta al bar con questo controllo.
La mia domanda ora è: se il controllo è limitato solo all'attività, non dovrebbe chiedere ai titolari di esibire i documenti? La domanda nasce dal fatto che ora sa dove vive, potrebbe andare sotto casa e lei ne è spaventatissima. Poichè non sarebbe una novità qualche abuso da parte di persone che non meritano di indossare la divisa della Benemerita, mi chiedo come possa funzionare legalmente questo tipo di controlli. Voglio specificare che non è un attacco a chi fa il proprio dovere, ma informarmi se il suddetto Appuntato ha fatto il suo lavoro (in buona fede o no si vedrà) o se ci sono gli estremi per segnalare questa situazione.
Grazie a chi risponderà.