La Legge per Tutti Forum

Versione completa: FAMIGLIA/EREDITÀ
Al momento stai visualizzando i contenuti in una versione ridotta. Visualizza la versione completa e formattata.
Salve sono una ragazza disoccupata di 27 anni, figlia di genitori divorziati legalmente nel 2012, comproprietari in comunione dei beni dell'appartamento in cui vivo. Mia madre è venuta a mancare due mesi, e già mio padre senza pietà preme su di me dicendo che vuole vendere l'appartamento in cui sto, e il suo legale mi ha minacciato dicendo che sto occupando l'immobile abusivamente. Io non lavorando di fatto non ho alcuna possibilità di affrontare al momento le spese successorie per la quota di mia madre (50%) anche perché prima di questo dovrei affrontare delle cospicue spese notarili per la rettifica del rogito, che si è scoperto sbagliato nei dati catastali dell'immobile (sub e particella). Mi chiedevo, dal momento che io e mio padre siamo veramente in cattivissimo e freddi rapporti ormai da moltissimi anni se lui può davvero sottrarmi la casa e buttarmi di punto in bianco in mezzo alla strada.
Preciso inoltre che dal 2013 lui non mi ha più dato il mantenimento, non perché ci fosse la revoca di un giudice, ma perché di punto in bianco ha deciso così.
Non additati come una scansafatiche che vuole vivere sulle spalle del padre, vi prego. Io cerco attivamente lavoro già da molto tempo ma finora non ho mai avuto alcun tipo di fortuna, anzi nell'ultimo che ho provato ho rimesso tutto ciò che avevo, spostando i lontano da casa per molti giorni di prova e alla fine sentirmi dire che non andavo bene.
Se qualcuno sa come posso difendermi da questa situazione disperata mi faccia sapere. Grazie.