Sei un avvocato? Contattaci qui per avere gratis il profilo personalizzato e la possibilità di rispondere alle domande nel forum come professionista abilitato.

Mobbing/molestie in contesto familiare
#1
Ciao, vorrei provare a chiedere qualche consiglio per capire meglio in cosa consiste il reato di molestia e generalmente come viene considerato il mobbing in Italia, ecco la situazione:
a seguito di diversi eventi in famiglia si cerca di mantenere le distanze il più possibile mantenendo un rapporto civile, ma c'è un intoppo, ossia la mancanza di ascolto dei bisogni di uno dei componenti, che richiede esplicitamente più volte di evitare intromissioni in ambiti che lo riguardano esclusivamente come individuo, che siano di poco conto (es. intromissioni ripetute durante azioni quotidiane come utilizzare la lavatrice, il frigo, o altro, che puntano a spiegare il loro utilizzo nonostante sia già avvenuta la spiegazione e l'utilizzo autonomo dei suddetti senza problemi) o anche che forse ritengo più gravi (es. consigli in qualsiasi ambito che riguardi la sfera strettamente personale, come lo studio, il lavoro, i propri interessi individuali, nonostante numerose e esplicite richieste di evitare).
Fino a ora c'è stata una risposta comunicativa costante nei confronti di queste intromissioni, ma essendo frustrante per chi deve spiegare le stesse cose continuamente mi chiedo fino a che punto un comportamento simile da parte di chi si intromette potrebbe considerarsi molestia.
Inoltre, se il soggetto all'ennesima intromissione dovesse perdere la pazienza e insultare, cosa peserebbe di più?
Cita messaggio


Vai al forum: