Sei un avvocato? Contattaci qui per avere gratis il profilo personalizzato e la possibilità di rispondere alle domande nel forum come professionista abilitato.

Dubbio reato informatico
#1
Salve a tutti,
questo pomeriggio si è verificato un fatto increscioso.
Ero su Internet per cercare dei libri e, casualmente, mi sono imbattuto in un link che credevo potesse aiutarmi ad ottenere ciò che cercavo, ma, ahimè, mi ha condotto in un gruppo di pedopornografia su Telegram.
Nell'istante in cui sono entrato, qualcuno ha inviato un'immagine esplicita (che si è scaricata poiché attiva di default l'opzione dei download automatici delle foto), visualizzandola ho compreso e sono subito uscito dal gruppo. Dopodiché, ho cancellato tutto: file temporanei, i media di Telegram (nei quali erano presenti le foto, che però non ho assolutamente mai avuto nella galleria del telefono), cronologia, etc.
Ciò che vorrei sapere è: potrei comunque finire nei guai? Ripeto, la mia permanenza nel gruppo è durata un secondo, giusto il tempo di comprendere la situazione. E non sono entrato consapevolmente nel gruppo, ma è successo a causa di un link truffaldino.
Ho cancellato qualunque cosa potesse legarmi a quel gruppo ed al materiale che condividono.
Mi preoccupa, però, il fatto che si sia scaricata la foto a causa del download automatico di Telegram. Se qualcuno indagasse, potrebbero rivolgermi delle accuse? Come ho scritto poc'anzi, non l'ho scaricata intenzionalmente, non l'ho salvata nella galleria del telefono e l'ho subito eliminata dai media di Telegram.
Cita messaggio
#2
No. Ma non sono un avvocato.

In caso di download involontari (ad esempio materiale che finisce in cache) non si rischia niente.
Cita messaggio