Abuso di potere da parte di A.d.S.?
#1
Buongiorno a tutti/e.
Mi chiamo Ettore, ho 46 anni e Vi scrivo dalla Provincia di Brescia.
Vorrei chiedere un parere ai frequentatori di questo forum, meglio ancora se fra di voi c'è un legale che legge, e che magari vorrà rispondermi, in tal caso gli chiedo di specificare che si tratta di un avvocato, in modo da distinguerlo da altri commenti diciamo di gente comune che esprime opinioni o punti di vista, senza essere appunto dei professionisti in materia.
La situazione è questa:
Io ho convissuto con mia madre per 46 anni, in maniera oserei dire simbiotica.
Ora mia madre purtroppo si è ammalata di Alzheimer, ora a mio avviso, si trova al secondo stadio della malattia, nel senso che ha un disorientamento temporale/spaziale evidente e una memoria a breve termine ormai estremamente scarsa.
Lo scorso anno è stata nominata un A.d.S. che è un avvocatessa cassazionista, per cui immagino dovrebbe conoscere molto bene la legge.
Ora da Maggio 2019 mia madre si trova ricoverata h24 in R.S.A..
L'A.d.S. ha inviato alla proprietà disdetta del contratto di affitto, dove era intestataria unicamente mia madre, facendo ricadere il termine contrattuale alla data del 31 Ottobre 2019.
Bene queste le premesse.
Ora di punto in bianco mi ha mandato una mail, dove mi chiede di lasciare l'alloggio, potendomi prendere tutto ciò che voglio, entro e non oltre il 25 Settembre 2019, poi sarò obbligato a darle le chiavi.
Io purtroppo non lavoro da tempo, ho una situazione economica disperata, sono attenzionato dai servizi sociali che sono riusciti a procurarmi un alloggio aler, che mi verrà assegnato il 23 Settembre 2019.
Per il trasloco dipenderò in tutto da volontari della chiesa e dei loro mezzi, non avendo io altre possibilità.
Per una questione logistica e burocratica, oggettivamente parlando non riuscirò a sgomberare entro il 25 Settembre, per cui ho esposto tutte le mie ragioni all'A.d.S. motivandole, ma lei mi ha di nuovo ribadito che non concederà ulteriore tempo.
A questo punto mi chiedo :
Se io non consegnerò le chiavi all'A.d.S. il 25 Settembre 2019, cosa succederà?
Chiamerà i Carabinieri per uno sgombero forzato? Mi denuncerà? Ma poi soprattutto con quale AUTORITA' l'A.d.S. ordina uno sgombro forzato visto e considerato che io in questo momento non stò pesando economicamente su mia madre?
Ho parlato con i Carabinieri e sinceramente si sono messi a ridere, nel senso che questa richiesta dell'A.d.S. risulta assurda pure a loro, ma mi hanno invitato ad inviarle una raccomandata a/r dove le ribadisco tutto quanto quello che le avevo scritto via mail, cioè spiegandole i motivi oggettivi che mi impediscono di andarmene e chiedendo almeno una proroga di 3 settimane a partire dal 23 Settembre. Nel frattempo ho contattato la proprietà, che a conoscenza della mia particolare situazione, mi hanno autorizzato per iscritto a fermarmi entro e non oltre il 31.12.2019 a titolo gratuito, con la promessa morale di andarmene quanto prima.
Ora personalmente non riconosco l'autorità dell'A.d.S. che ha ordinato lo sgombero, mi pare di trovarmi di fronte ad un abuso di potere nei miei confronti, da parte dell'A.d.S., Lei ha motivato la sua richiesta, per ragioni organizzative,ma si prende un mese e cinque giorni per fare cosa, visto che buona parte dell'appartamento lo sgombrerò io..ma secondo la disponibilità degli altri?
Voi cosa ne pensate?
Cita messaggio


Vai al forum:


Utenti che stanno guardando questa discussione: 1 Ospite(i)